Che oggetto letterario strano e affascinante è “Nel mondo a venire”, e che autore interessante mi ha regalato l’aggiornamento della lista dei 1001 libri da leggere!

Un io-narrante che a volte diventa una terza persona, un protagonista forse ipocondriaco, di professione scrittore, acclamato dalla critica ma non di particolare successo, che riesce a piazzare un racconto a una rivista importante e promette un romanzo, incassa l’anticipo e poi si perde. Un’amica del protagonista che vorrebbe diventare madre ma senza impegni di carattere sentimentale, e ciò che ne deriva. Il tutto inserito in una insalata gustosissima fatta di arte contemporanea (la citazione di The Clock mi ha aperto un mondo!, Donald Judd e il minimalismo che ha segnato un’epoca), l’esplosione del Challenger, divagazioni all’inseguimento di un pensiero, inserti fotografici, incontri estemporanei, una New York meravigliosa e in bilico fra un uragano e l’altro, e – soprattutto – una densità di scrittura che non mi capitava da tempo di affrontare, pennellate letterarie spesse e cariche di colore che ti fanno dimenticare l’interezza del quadro, o l’esistenza stessa di una cornice che lo racchiuda.

Il tutto è talmente (di)vagante che ti sorprendi a domandarti come sia possibile che ti stia piacendo così tanto: non accade moltissimo (e per l’amor del Cielo, non è che me lo aspettassi) ma è come se il flusso di coscienza ed emozioni che emerge dalla prosa di Lerner sia più che sufficiente a riempirti, al punto da far passare quasi in secondo piano gli avvenimenti.

“Nel mondo a venire” è uno straordinario romanzo sul tempo, sull’identità, sul dubbio, sulla nostra fase storica, in bilico fra una forma narrativa nuova (o, se vogliamo, alla Sebald) e una grandiosa scrittura d’altri tempi.

Copertina dell’edizione Sellerio del 2015

AutoreBen Lerner
TitoloNel mondo a venire
EditoreSellerio
CollanaIl contesto
Anno di Pubblicazione2015
N° pagine292
ISBN978-8838932847
Amazon.itebook: 11,99 €; cartaceo 19 €

PROGETTI
1001 libri da leggere128 / 1001
Riassumendo
  • 8.5/10
    Una bellissimo nuovo oggetto letterario - 8.5/10
8.5/10

Quarta di copertina

Un uomo di poco più di trent’anni vede la propria vita cambiare improvvisamente direzione. La sua migliore amica gli ha chiesto di aiutarla a concepire un figlio, ma senza diventare una coppia. La carriera di scrittore ha incontrato finalmente un insperato successo, e in modo altrettanto imprevisto è giunta la diagnosi di una malattia cardiaca, potenzialmente fatale. Questi eventi, questi improvvisi stravolgimenti, felici, drammatici, curiosamente esilaranti, sembrano riflettersi nel mondo che lo circonda. New York è scossa da tifoni, uragani e tempeste, come fosse una città tropicale.

Rispondi