Recensione La stanza in fondo alla casa di Jorge Galan

Recensione La stanza in fondo alla casa di Jorge Galan
08 Dic 2018

C’è Magdalena, una straordinaria donna salvadoregna che racconta la sua storia. Una vicenda che si intreccia profondamente con la storia del paese centroamericano e – insieme – con una propensione a quello che ad altre latitudini è noto come “realismo magico”. Magdalena ha vissuto la sua vita con un dono (o una condanna): far accadere il male che immagina alle persone che le dispiacciono, e non poter invece far accadere a comando nulla di positivo.

Magdalena, quindi, racconta. Racconta a Vicente, l’altro protagonista di questo romanzo di Jorge Galan. E racconta come immagino raccontassero i nonni di una volta, tra episodi realistici mai accaduti e leggende improbabili ma talmente radicate nella coscienza popolare da risultare vere.

In una ridda di personaggi che vanno e vengono, oppure si trattengono, leggi e ti accorgi di essere entrato in una dimensione completamente diversa. Il che non renderà La stanza in fondo alla casa un romanzo indimenticabile, ma certamente ne dimostra la solidità, l’originalità e l’indipendenza da generi e cliché.

Il mio giro del mondo letterario ha attraccato a El Salvador, e mi ha reso felice.

SCHEDA LIBRO
Autore: Jorge Galan
Titolo: La stanza in fondo alla casa
Traduzione: B. Arpaia
Editore: Mondadori
Collana: Scrittori italiani e stranieri
Pagine: 199
ISBN: 978-8804650669
Prezzo (Amazon.it, 15% sconto): cartaceo copertina flessibile: € 18,70, ebook: € 9,99

PROGETTI
Giro del mondo letterario
Tappa precedente: Egitto
Prossima fermata: Emirati Arabi Uniti

share

Alfonso d'Agostino

Rispondi

Capitolo23