CAPIT-OLIBRI

Protocollo Granata: una nuova era per l’action thriller italiano

Dopo averli passati e ripassato sotto gli occhi almeno in triplice occasione, sostengo da anni che il miglior Clancy di sempre non sia un romanzo della serie di Jack Ryan ma lo splendido Uragano rosso, nato – non a caso – dalla collaborazione fra lo stesso Clancy e Larry Bond (di cui, sia detto per inciso, faccio una certa fatica a trovare testi nella nostra...

Continua a leggere

Protocollo Granata: una nuova era per l’action thriller italiano

L’inverno più nero di Carlo Lucarelli

Non so se sia perché sono passati trent’anni tondi tondi – come quelli dell’omonima guerra innescata nel Seicento da una nuova specialità olimpica, il lancio del nobile dalla finestra – ma il 1990 si riaffaccia di tanto in tanto alla mia memoria. Ho appena finito di ricordare la compagnia dolce-amara di Asimov ed ecco affacciarsi Lucarelli con il suo L’inverno più nero, rientro sulle scene...

Continua a leggere

L’inverno più nero di Carlo Lucarelli

Io, Robot di Isaac Asimov

Quando sono diventato grande ho imparato che si trattava di una madeleine proustiana. Prima di arrivarci, ho passato qualche anno a domandarmi perchè ogni volta che riprendevo in mano questo libro (intendo proprio questa copia del libro…), mi salisse un retrogusto amaro tra le labbra, come quando sbagli succo di frutta e al posto di aspirare arancia dalla cannuccia arriva il pompelmo. Quel gusto lì....

Continua a leggere

Io, Robot di Isaac Asimov

CAIMANO 69: sabbia e polvere

Ho atteso Caimano 69 con una certa trepidazione; attesa che a un certo punto di è fatta doppia e quasi beffarda, perché – per una serie di motivi che non sto a spiegare e che investono una sfera tecnologica complessa della mia esistenza – il volume è stato per un po’ disponibile solo in elettronico e a me serviva il cartaceo. Ritiro del pacco in...

Continua a leggere

incursori GOI caimano 69

L’omonimo di Jhumpa Lahiri

L’omonimo è uno di quei romanzi che ho occhieggiato spesso e per un motivo o per l’altro son sempre rimasti lì. Credo che il mio timore dipendesse fondamentalmente dalla scarsa attrazione che hanno avuto su di me alcuni romanzi tratteggiati dalla critica come capolavori per il solo fatto di aver raccontato storie di emigrazione in continenti diversi e avversi, e che si erano rivelati in...

Continua a leggere

lahiri

Gli inconsolabili di Kazuo Ishiguro

(premessa doverosa: Non Lasciarmi di Ishiguro è nella mia personalissima top 20, regalato e consigliato centinaia di volte. Qui dico due parole su un suo romanzo, non sulla carriera di un Nobel…) Mi assumo le mie responsabilità: ho trovato Gli inconsolabili, romanzo di Kazuo Ishiguro affrontato con l’-enor-me aspettativa di chi ha adorato Non Lasciarmi, quasi illeggibile. Intendiamoci: lo stile non si discute e neppure...

Continua a leggere

Gli inconsolabili di Kazuo Ishiguro

Pietr il lettone: il primo Maigret

Siamo in un’epoca in cui è facile trovare in rete video dei protagonisti dello sport alle loro prime apparizioni agonistiche. (qui ci sarebbe da aprire una parentesi su quanto mi propone YouTube, evidentemente basandosi sulle mie esperienze di navigazione, ma soprassederò, anche perché nel box “consigliati” attualmente si passa da un dialogo fra Violante e Marta Cartabia a un video intitolato Ninja Cats). L’altra sera...

Continua a leggere

Pietr il lettone: il primo Maigret

Portami il diario di Valentina Petri

Deve essere già emerso su queste pagine che MoglieRiccia insegna. Ora, tra i tanti effetti duraturi del Covid c’è anche quello di aver ridefinito la categoria degli “eroi”, ma io vi assicuro che da tempo vi avrei iscritto i nostri concittadini che, tra la definizione di un piano formativo che non leggerà mai nessuno e la riscrittura di predisposizione di una griglia valutativa su dodici...

Continua a leggere

Portami il diario di Valentina Petri

In fondo alla palude di Lansdale: quasi un instant book

Sono di nuovo in ritardo (clamoroso) con le recensioni rispetto a quanto letto, ma questa valeva la pena raccontarla subito. Sì, perchè In fondo alla palude di Joe R. Lansdale rischia di assomigliare a un instant book se letto in questo periodo di manifestazioni e rivendicazioni dell’uguaglianza e dei basilari diritti umani. Il tema razziale – e più in generale, quello della discriminazione – è...

Continua a leggere

In fondo alla palude di Lansdale: quasi un instant book

Gli amici del delitto perfetto di Andres Trapiello

Piccola storia personale: più di una decade fa, mi ero appuntato il titolo di un romanzo di Andres Trapiello nel corso di una presentazione in libreria (può darsi si trattasse di Lucarelli ma non ci giurerei). Dal foglietto di appunti il titolo è transitato a una Moleskine, dalla Moleskine a un file di testo sul Mac, dal file di testo ad una nota sul cellulofono....

Continua a leggere

Gli amici del delitto perfetto di Andres Trapiello

Page 2 of 3212345...102030...Last »
Capitolo23